Notizia

« tornare alle news

INAUGURAZIONE DELLA NUOVA UNITÀ INDUSTRIALE


Il 30 luglio, alle 17, ENERGIE ha inaugurato la nuova unità produttiva. La nuova Unità Produttiva consentirà, a velocità di crociera, di aumentare del 40 per cento la produzione di pannelli solari termodinamici.
Erano presenti alla cerimonia il ministro dell'Ambiente e dell'Azione per il clima, Pedro Matos Fernandes, il vicesegretario di Stato per l'energia e João Galamba e il sindaco di Póvoa de Varzim, Aires Pereira.
La nuova Unità Produttiva di ENERGIE consentirà, a velocità di crociera, di aumentare del 40 per cento la produzione di pannelli solari termodinamici. L'annuncio è stato dato dall'Amministratore Delegato della società di Póvoa de Varzim, Luís Rocha, alla cerimonia di inaugurazione della nuova unità alla quale ha partecipato il ministro dell'Ambiente e dell'Azione per il clima. João Pedro Matos Fernandes ha evidenziato come ENERGIE sia "un esempio eccezionale della fibra degli imprenditori portoghesi", questo dopo aver affrontato un incendio e il periodo critico della pandemia Covid-19.
“Questa nuova unità produttiva rappresenta il nostro futuro. Un tassello essenziale per ENERGIE per affrontare un'altra delle sfide che ci siamo proposti: la costruzione di pannelli solari termodinamici all'avanguardia ”, ha sottolineato Luís Rocha durante la cerimonia di inaugurazione della nuova Unità Produttiva di Pannelli Solari Termodinamici 4.0, un investimento di un milione di euro, frutto di una candidatura per l'innovazione produttiva Portogallo 2020.
Dopo aver chiuso l'anno 2019 con la produzione di 10.000 pannelli, secondo l’Amministratore Delegato, nell'arco di 12 mesi, la Società potrà aumentare la produzione del 20 per cento, grazie ad un aumento del 40 per cento della velocità di crociera. "La generazione 4.0 di pannelli solari termodinamici ENERGIE sarà ancora più rispettosa dell'ambiente, non solo per i materiali utilizzati nella produzione, ma anche per la loro durata e longevità", ha spiegato Luís Rocha.
Dopo l'incendio del 26 febbraio che ha distrutto un terzo dell'azienda e il periodo critico della nuova pandemia del Coronavirus, ENERGIE ha dovuto affrontare diverse sfide: “Abbiamo ricostruito la parte distrutta dall'incendio. In un momento in cui le frontiere stavano per chiudere, siamo riusciti a reperire la materia prima che era stata completamente distrutta dalle fiamme e abbiamo potuto continuare la produzione. Siamo alla ricerca di nuovi ordini per far fronte a quelli che hanno iniziato ad essere annullati. Inoltre, abbiamo completato i lavori di costruzione della nuova Unità Produttiva che stiamo inaugurando ”. Oggi, " arrivati a questa cerimonia, confesso l'orgoglio che provo nel vedere che siamo riusciti a superare tutti questi ostacoli che si erano presentati sul nostro cammino", ha aggiunto, sottolineando che tale ampliamento ha permesso anche l'assunzione di 10 nuovi dipendenti, che porta l’organico a 50 dipendenti.
Anche il ministro dell'Ambiente e dell'Azione per il clima, João Pedro Matos Fernandes, e il sindaco di Póvoa de Varzim, Aires Pereira, hanno elogiato il cammino di ENERGIE. "Il cammino di questa azienda è eccezionale e rappresenta un buon esempio della fibra degli imprenditori portoghesi, ha elogiato il funzionario governativo, che ha sottolineato gli obiettivi che il Portogallo dovrà affrontare fino al 2050." Nel 2050 saremo ad emissione zero. Aziende come ENERGIE sono fondamentali per produrre bene, a prezzi equi e consentire a hotel, famiglie e aziende di essere più efficienti dal punto di vista energetico”.
Il sindaco ha sottolineato l '“orgoglio” per il Comune di avere “un marchio distintivo come ENERGIE”. "È un orgoglio per Póvoa de Varzim vedere l'etichetta ENERGIE nei diversi paesi che abbiamo l'opportunità di visitare", ha sottolineato Aires Pereira.
Alla cerimonia di inaugurazione ha partecipato anche l'Assistente Segretario di Stato per l'Energia e João Galamba.

Guarda il video qui:
(PT) ENERGIE PORTUGAL Official - INAUGURAZIONE DELLA NUOVA UNITÀ INDUSTRIALE

Società, Prodotti, Associates,Cofinanziato Progetto

c